Serena Piccinini

Serena Piccinini, negli spazi della Galleria 8,75 Artecontemporanea (dal 4 maggio al 1 giugno 2019), dà vita ad un percorso immersivo in uno scenario lucidamente onirico.

Un esercizio di entomologia fantastica che cattura l’attenzione dell’osservatore per l’utilizzo della carta in senso plastico, portandolo a riflettere sul progressivo collasso degli ambienti naturali. Dai “Soffioni” di lana issati su rami di larice alle ibridazioni che caratterizzano le sculture “Abitando il tempo” e “Graciflora”, fino a “Il giardino della vita immobile”, che sembra alludere alle collezioni entomologiche e botaniche dei musei di storia naturale, e ad un’installazione inedita, “Hitchcock’s dream”, dedicata alle simbologie e ai miti connessi agli esseri alati, all’idea di volo e libertà.

 

Serena Piccinini nasce nel 1977 a Bologna, dove tuttora vive. Incentra il suo lavoro sulle forme dell’abitare lo spazio, evocando nuovi modi di vedere i paesaggi familiari. I suoi pensieri diventano sculture e installazioni attraverso elementi come la leggerezza, l’aspetto ludico e onirico delle cose. Ha partecipato a residenze e workshop, esposto in mostre collettive e personali in Italia e all’estero.

Serena Piccinini
Galleria 8,75 Artecontemporanea,
Corso Giuseppe Garibaldi 4, Reggio Emilia
Orari: martedì, mercoledì, venerdì, sabato ore 17.30-19.30, oppure su appuntamento
www.csart.it/875

CONTATTI:
Associazione Culturale Arteam
Via Traversa dei Ceramisti 8/bis, Albissola Marina (SV)
www.arteam.eu
In Contemporanea
Reggio Emilia
www.incontemporanea.eu

 

La mostra è realizzata con il supporto di Miselli accessori per componenti oleodinamici e Zuliani Impresa Edile.