LA NATURA DI ARP-PERCORSO ESPOSITIVO-ARP E LA II GUERRA MONDIALE

Ph Matteo De Fina

Nonostante la guerra sia dichiarata nel 1939, Arp e Taeuber-Arp rimangono a Parigi fino al giugno 1940, quando si muovono verso la Francia meridionale nel tentativo di emigrare negli Stati Uniti. Dopo un breve soggiorno a Le Veyrier sul Lago d’Annecy, ospiti di Peggy Guggenheim, arrivano a Grasse. Qui rimangono fino all’ottobre 1942, abitando per la gran parte del periodo a Chateau Folie, con Alberto Magnelli e la sua fidanzata Susi Gerson, e poi con Sonia Delaunay, che arriva dopo la morte del marito, Robert Delaunay, avvenuta nell’ottobre 1941.

Nonostante i ripetuti tentativi Arp e Taeuber-Arp non riescono ad assicurarsi un visto per gli Stati Uniti. A dispetto delle difficoltà politiche e materiali, Arp considererà il periodo a Grasse come un momento felice, durante il quale trova quell’armonia collaborativa che rimane il suo ideale artistico. La coppia lavora con l’amico Magnelli a una serie di disegni (talvolta con la collaborazione anche di Sonia Delaunay), pubblicati a guerra conclusa in una cartella di litografie.
Durante la guerra Arp crea piccole opere in cui continua la propria ricerca scultorea. Come le Concrezioni umane degli anni ’30, molte delle quali possono essere orientate in varie direzioni, come testimoniato dalle due diverse fusioni di Piccola sfinge.

La linea attenuata che si riscontra nei disegni che precedono la guerra viene ora portata nelle tre dimensioni, attraverso l’estendersi delle forme slanciate di Gruppo mediterraneo e di quelle di Anfora da sogno che racchiudono con grazia lo spazio. La carenza di materiali stimola l’ingegnosità di Arp che crea una serie di disegni riutilizzando della carta da pacchi, i papiers froissés (carte stropicciate) nei quali lascia che grinze e spiegazzature suggeriscano delle forme.

Nel novembre 1942 Arp e Taeuber-Arp si trasferiscono in Svizzera. Il 13 gennaio 1943, mentre sono ospiti dell’artista Max Bill a Zurigo, Taeuber-Arp muore per avvelenamento da monossido di carbonio a causa di una stufa malfunzionante. La tragedia colpisce Arp che per commemorare la moglie inizia a compilare il catalogo delle opere, a scrivere del tempo trascorso insieme e a sostenere il suo lavoro, arrivando a rifiutarsi di esporre le proprie opere se non con quelle di Taeuber-Arp.