Tesori dei Moghul e dei Maharaja: la Collezione Al Thani

Dopo New York, Londra, Parigi e Kyoto, arriva per la prima volta in Italia, a Venezia, la celebre e prestigiosa Collezione Al Thani, la più unica e completa nel suo genere : in una esclusiva mostra, allestita nella Sala dello Scrutinio di Palazzo Ducale, Venezia,  dal 9 settembre 2017 al 3 gennaio 2018, il racconto di un gusto artistico raffinato e di un’eccezionale tradizione artigianale che non hanno mai smesso di colpire e affascinare l’Occidente, si avvarrà di oltre 270 tra pietre preziose, gioielli, pregiati manufatti e oggetti in giada indiani e d’ispirazione indiana degli ultimi cinque secoli, dal periodo Moghul al giorno d’oggi.

La mostra “Tesori dei Moghul e dei Maharaja: la Collezione Al Thani ”, curata da Amin Jaffer, conservatore capo della Collezione Al Thani e da Gian Carlo Calza, insigne studioso di arte dell’Estremo Oriente, con la direzione scientifica di Gabriella Belli, sarà visitabile con il biglietto “I Musei di Piazza San Marco”.

Fonte

Jheronimus Bosch e Venezia

Palazzo Ducale, 18 febbraio – 4 giugno 2017
Dipinti con mostriciattoli, incendi e visioni oniriche. Così erano definite dal Marcantonio Michiel le opere di Jheronimus Bosch: pittore affascinante ed enigmatico, svelato attraverso una mostra di grande fascino per il pubblico, di grande rilevanza per gli studi e di notevole importanza per la valutazione del patrimonio artistico veneziano.
 
Punto focale della mostra – co-prodotta con il Museo Nazionale Gallerie dell’Accademia di Venezia e con il patrocinio del Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona – sono infatti le tre opere dell’artista conservate nella città lagunare e che un recente restauro ha riportato all’antico splendore.Jheronimus Bosch e Venezia

Per saperne di più