Archivi tag: Made4Art

#newvisualexperience

MADE4ART di Milano è lieto di presentare #newvisualexperience, mostra personale dell’artista fotografo Michele di Palo (Minervino Murge, Puglia, 1983) a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni.

Il progetto artistico comprende una selezione di scatti realizzati da di Palo nel corso degli ultimi anni nella campagna tra Puglia e Basilicata, terra di provenienza cara all’autore, luoghi di ispirazione, riflessione e ricerca estetica.

Questa terra ricca di vita e di memoria, ripresa nella piena potenza dell’estate o nel silenzioso raccoglimento invernale, si rivela, grazie all’obiettivo del fotografo, in immagini di grande bellezza e fascino, dove la vicinanza tra le diverse colture, i solchi tracciati dalle macchine agricole e un rapporto osmotico con il cielo danno origine a inaspettati incontri tra linee e colori diversi, un’armonica astrazione creata dalla natura e dal lavoro dell’uomo. La campagna pugliese e lucana diventa per Michele di Palo un pretesto per raccontare di sé e della propria vita, per fissare precisi istanti vissuti con emozioni e ispirazioni da ricordare, come dimostrano i titoli dei lavori, alcuni dei quali riportano anche il giorno e il mese dello scatto. Le immagini fotografiche di di Palo vanno oltre la mera descrizione visiva di un ambiente naturale, suggerendo all’osservatore una nuova esperienza visuale, più intima e completa, invitandolo a scendere in profondità dentro l’anima di questi luoghi, a indagare con attenzione nella propria interiorità.

#newvisualexperience, con data di inaugurazione martedì 7 novembre 2017, rimarrà aperta al pubblico fino al 20 dello stesso mese; media partner della mostra Image in Progress.

Michele di Palo.#newvisualexperience
a cura di Elena Amodeo, Vittorio Schieroni

7 – 20 novembre 2017
Inaugurazione martedì 7 novembre, ore 18.30
Lunedì ore 15 – 19, martedì – venerdì ore 10 – 13 / 15 – 19, sabato ore 16 – 19
La mostra resterà chiusa al pubblico in data venerdì 17 novembre

Catalogo della Collana MADE4ART
disponibile in sede e scaricabile gratuitamente dal sito Internet www.made4art.it

MADE4ART
Spazio, comunicazione e servizi per l’arte e la cultura
Via Voghera 14, 20144 Milano
www.made4art.it, info@made4art.it, t. +39.02.39813872

Media partner Image in Progress

Il canto del mare

Lo spazio MADE4ART di Milano è lieto di presentare Il canto del mare, personale dell’artista fotografo di origine marchigiana Guido Alimento (Macerata, 1950) a cura di Elena Amodeo e Vittorio Schieroni.

In esposizione una selezione di opere che hanno per tema il mare, fissato, descritto e interpretato dall’obiettivo dell’artista in tutta la sua straordinaria poesia.

Accanto alla serie Mare tra realismo e astrazione, dove la vastità e la potenza dell’elemento naturale ritratto in una visione panoramica è in grado di suscitare stupore e meraviglia nell’osservatore, Guido Alimento concentra l’attenzione anche su dettagli all’apparenza minimi e tendenti all’astrazione, come i legni corrosi dalla salsedine delle cabine da spiaggia e le coloratissime reti dei pescatori, particolari capaci di rivelare il mare senza mostrarlo direttamente, alludendo all’essere umano che conduce la propria vita in riva o sulle onde. Il mare di Alimento è un luogo al contempo fisico e dello spirito, con una propria musica che sa toccare nel profondo la nostra interiorità. Un canto che, parafrasando il poeta e artista libanese Khalil Gibran, non termina sulla riva, ma nel cuore di chi ascolta.

La personale di Guido Alimento prevede uno speciale incontro con l’artista fotografo, che si terrà presso la sede di MADE4ART in data martedì 18 luglio alle ore 18.30. Nello stesso periodo nella prestigiosa location del Lido Palace Hotel di Santa Margherita Ligure, MADE4ART esporrà un progetto artistico di Alimento che rimarrà aperto al pubblico negli spazi dell’hotel per tutta la durata della stagione estiva.

Guido Alimento. Il canto del mare
a cura di Elena Amodeo, Vittorio Schieroni

18 – 25 luglio 2017
Orari di apertura:
Preview dal 5 al 17 luglio: su appuntamento
Special opening con l’artista martedì 18 luglio, ore 18.30
Dal 19 al 24 luglio: lunedì ore 15 – 19, martedì – venerdì ore 10 – 13 / 15 – 19

MADE4ART
Spazio, comunicazione e servizi per l’arte e la cultura
Via Voghera 14, 20144 Milano
www.made4art.it, info@made4art.it, t. +39.02.39813872

Media partner Image in Progress

A light in the shadow

In occasione di Photofestival 2017, MADE4ART di Milano presenta A light in the shadow, mostra personale dell’artista fotografo Massimo Giordano (Agropoli, 1970) a cura di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo.

La figura femminile, vera protagonista di questo progetto inedito di Massimo Giordano, si fa specchio per portare in superficie le emozioni, le sensazioni, le paure e le aspirazioni dell’essere umano: ritratta con profonda sensibilità e una capacità di introspezione che restituisce tutta la complessità della sua dimensione interiore, la donna che Giordano cattura con l’obiettivo diventa simbolo di qualcosa d’altro, spunto di riflessione e veicolo di un messaggio, andando oltre la pura e semplice ricerca della perfezione estetica. Che si tratti di icone contemporanee immortalate nella fissità del ritratto oppure di figure sinuose congelate nel rapido movimento del corpo, la presenza femminile diventa per l’artista emblema di positività e di speranza, una vera e propria luce che emerge dal buio, a rendere meno cupe le incertezze e le inquietudini della contemporaneità.

A light in the shadow, con data di inaugurazione mercoledì 14 giugno alle ore 18.30, sarà aperta al pubblico fino al 26 dello stesso mese. Accompagna la mostra un catalogo della Collana MADE4ART con testi critici dei due Curatori e le immagini delle opere in mostra, scaricabile dal sito Internet di MADE4ART.

 

Massimo Giordano. A light in the shadow
a cura di Vittorio Schieroni, Elena Amodeo

14 – 26 giugno 2017
Inaugurazione mercoledì 14 giugno, ore 18.30
Lunedì ore 15 – 19, martedì – venerdì ore 10 – 13 / 15 – 19

Catalogo della Collana MADE4ART scaricabile dal sito Internet www.made4art.it

MADE4ART
Spazio, comunicazione e servizi per l’arte e la cultura
Via Voghera 14, 20144 Milano
www.made4art.it, info@made4art.it, t. +39.02.39813872

Un evento
Photofestival | Expo in Città
Media partner: Image in Progress

Immaginare la musica

Giovedì 25 maggio presso Erratum di Milano si terrà la presentazione del volume di Giancarlo Schiaffini  ‘Immaginare la musica’ – per un’estetica fenomenologica della composizione contemporanea edito da Auditorium Edizioni nel 2017.

Il libro chiude un’approfondita e originale riflessione sulla musica del nostro tempo. Dopo E non chiamatelo jazz (2011), sulla pratica dell’improvvisazione attraverso i diversi stili musicali, e Tragicommedia dell’ascolto (2015), che affrontava il tema dell’ascolto musicale, Immaginare la musica si occupa ora della Nuova Musica dal suo interno, attraverso un’indagine sulle tecniche compositive più salienti del ‘900. Questa trilogia di Giancarlo Schiaffini risulta quindi essenziale per strumentisti e musicisti, ma anche preziosa e ricca di sollecitazioni per l’ascoltatore e l’appassionato.

In esposizione fino al 1 giugno presso Erratum una serie di ritratti fotografici di Schiaffini realizzati da Luca d’Agostino / Phocus Agency contenuti nel libro, insieme alla diffusione in sede di materiale sonoro su Giancarlo Schiaffini. Il progetto è a cura di Sergio Armaroli e Steve Piccolo, in collaborazione con MADE4ART.

Spazio di ascolto e sperimentazione, Erratum si presenta al pubblico come un laboratorio di idee dove la contaminazione tra le arti e il loro incontro con la musica porta a risultati inaspettati proponendosi come punto di riferimento per creativi, musicisti, poeti e artisti.

Giancarlo Schiaffini, nato a Roma, fisico, compositore-trombonista, è fra i primi esecutori di free-jazz (anni ’60). Ha studiato a Darmstadt con Stockhausen, Ligeti e Globokar e a Roma con Franco Evangelisti. Ha fondato Nuove Forme Sonore e fatto parte del Gruppo di Improvvisazione di Nuova Consonanza e della Italian Instabile Orchestra. Ha insegnato a Pesaro, L’Aquila, Roma in conservatorio, a Siena Jazz e tenuto seminari in Italia, a Freiburg, a Melbourne e alla New York University. Ha lavorato con John Cage, Karole Armitage, Luigi Nono e Giacinto Scelsi e alla Scala, IRCAM, Donaueschingen, Bimhuis, JazzYatra (India). È stato Composer in Residence (Composers & Improvisers Forum Munich).

Ha registrato per le radio di molti paesi e ha inciso più di 150 LP e CD. Ha pubblicato composizioni (BMG, Curci, Edipan, Ricordi), un trattato sul trombone (Ricordi), uno sull’improvvisazione e uno sull’ascolto (Auditorium). È citato dalla Biographical Encyclopedia of Jazz (Oxford Un. Press) e dall’Enciclopedia della Musica (Garzanti).

Immaginare la musica
Presentazione del volume di Giancarlo Schiaffini giovedì 25 maggio ore 18
25 maggio – 1 giugno 2017 | apertura su appuntamento

ERRATUM |Via Doria 20, 20124 Milano
www.erratum.it – erratumemme@gmail.com – m. 333 9692237

In collaborazione con

MADE4ART | Comunicazione e servizi per l’arte e la cultura
di Vittorio Schieroni ed Elena Amodeo | www.made4art.it- press@made4art.it

Auditorium Edizioni

C’est la Vie

Venerdì 13 gennaio 2017, alle ore 18, inaugura nello Spazio per le Arti contemporanee del Broletto di Pavia la mostra C’est la Vie, personale dell’artista Carlo Migliorini.
L’esposizione, che rimane aperta al pubblico fino al 29 gennaio 2017, è organizzata da Made4Art in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Pavia, è curata da Elena Amodeo e Vittorio Schieroni, e presenta una selezione di opere di varie dimensioni che testimoniano la più recente produzione dell’artista.Si tratta di lavori pittorici dove le geometrie, le linee e i colori, le inclusioni di materiali e di oggetti fondono astrazione a figurazione, Cubismo a Surrealismo, dotte citazioni a ricerca artistica.

Carlo Migliorini, Non conta dove prendi le cose…, 2014, acrilico su tela, 40×40 cm

Irriverente e colto sperimentatore, Carlo Migliorini – che ha scelto come nome d’arte Sélavy, gioco di parole e pseudonimo utilizzato anche da Marcel Duchamp – conduce lo spettatore nel suo inusuale universo artistico, ricco di riferimenti e omaggi ai grandi maestri dell’arte moderna e contemporanea, con un approccio ludico e autoironico, che fa emergere tutta la forza e la freschezza della sua creatività.

Osservando attentamente le opere in mostra – scrivono i curatori Elena Amodeo e Vittorio Schieroni nel testo critico di presentazione – si scoprono dettagli inediti, particolari di una personalità diversamente caratterizzata, che fonde e supera i capisaldi della storia dell’arte, elaborando un linguaggio nuovo, colto e raffinato. Scoprire il Migliorini artista è una sorpresa e un piacere visivo e mentale, come sfogliare un libro di storia dell’arte completamente rinnovato e ricco di spunti inediti e inaspettate rivelazioni.
Il Novecento fa capolino dalle sue opere con tutti i colori, le forme, le geometrie, le lezioni che è stato capace di impartire trascinando l’arte a un punto di non ritorno e a infiniti modi di produrre creatività.

L’arte non nasce dal nulla, da sempre è frutto dell’insegnamento di un passato assimilato, rivisto ma anche affrontato di petto e alla fine superato. Migliorini mastica questi elementi fondamentali, li rielabora attraverso il proprio carattere e la propria personalità, attraverso la propria fantasia, lasciando il compito a Sélavy di dare vita alla sua personalissima idea di arte.

Biografia
Carlo Migliorini, antiquario, gallerista ed esperto di arte antica e moderna vive e lavora a Pavia. Dal 1980, dopo un’intensa esperienza lavorativa nel mondo del caffè come contitolare di un’azienda del settore, si è dedicato con passione al mondo dell’arte antica con una galleria antiquaria nel centro storico di Pavia all’interno di una chiesa barocca del Seicento. La passione per l’arte antica prima, poi per l’arte moderna, lo ha portato a curare pubblicazioni, cataloghi e mostre monografiche. Da anni affianca alla sua attività professionale quella di artista con lo pseudonimo di Sélavy. Nell’ottobre del 2016, in occasione della Dodicesima Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI – Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, si è svolta presso lo spazio M4A – MADE4ART di Milano una sua mostra personale.

Orari: giovedì e venerdì ore 16-19, sabato e domenica 10.30-12.30 – 16-19
Catalogo in mostra: disponibile in versione cartacea o scaricabile gratuitamente dal sito www.made4art.it
Ingresso libero
Per info: info@made4art.it

Chiara Argenteri
Ufficio stampa/Press office
Associazione Pavia Città Internazionale dei Saperi
tel. 338.1071862
E-mail: chiara.argenteri@comune.pv.it

Curatela e comunicazione per Carlo Migliorini
by M4A-MADE4ART
info@made4art.it
www.made4art.it