Il Terzo Paradiso a Fontecchio

Il Terzo Paradiso” di Michelangelo Pistoletto trova casa a Fontecchio, comune in provincia dell’Aquila situato all’interno del Parco Naturale del Sirente-Velino della Regione Abruzzo. Il piccolo borgo, le cui origini risalgono all’epoca romana e gravemente ferito dal terremoto del 2009, accoglie l’intervento di Pistoletto come “un’opportunità per rinascere” – facendo proprio il messaggio dell’artista – “nel senso della responsabilità e della creatività“.

L’inaugurazione è programmata per sabato 13 ottobre 2018 nell’ambito delle manifestazioni organizzate per la Quattordicesima Giornata del Contemporaneo da AMACI e sarà allocato in modo permanente nel mezzo del parco dell’Ex Convento di San Francesco, proprio nel centro del paese, in un punto strategico di eccellente visibilità e sarà accessibile in qualsiasi orario e giorno dell’anno.“Il Terzo Paradiso” a Fontecchio , promosso dal Comune di Fontecchio e curato da Marcella Russo, è organizzato dall’associazione culturale GrandHotel in collaborazione con Cittàdellarte Fondazione Pistoletto, Artivazione e Rivista MU6. L’operazione rientra nell’ambito del progetto culturale PARCO ARTE DI NATURA che prevede la produzione di opere d’arte firmate da artisti internazionali realizzate con materiali esistenti in natura. “Il Terzo Paradiso” è fortemente voluto dal Comune di Fontecchio, nella persona del Sindaco Sabrina Ciancone che, con una visione attenta ai temi della cultura, ha visto nell’opera di Pistoletto l’opportunità di un rilancio per la comunità stessa del borgo.

Durante la giornata di sabato 13 ottobre, a partire dalle ore 10.30, Francesco Saverio Teruzzi, coordinatore degli Ambasciatori del Progetto internazionale Rebirth/Terzo Paradiso, coinvolgendo i cittadini di Fontecchio e gli studenti delle scuole del territorio, darà il via all’azione performativa del Terzo Paradiso. I partecipanti “costruiranno” il simbolo permanente del Terzo Paradiso utilizzando “scarti di materiale di riciclo” utilizzato per la ricostruzione del borgo dopo il terremoto. Il “Nuovo Segno d’Infinito” è quindi il frutto dei due cerchi opposti, che significano natura e artificio, più quello centrale, dove la congiunzione dei due rappresenta il grembo generativo del Terzo Paradiso.

Michelangelo Pistoletto protagonista del mondo dell’arte contemporanea, affermando che: “L’arte è strumento di pensiero e come tale è capace di rimettere in moto la vita”, dal 2003 porta avanti il progetto itinerante “Il Terzo Paradiso”. Il TP fino ad oggi è stato ospitato in diversi siti e sedi del mondo, come l’atrio del Consiglio dell’Unione Europea a Bruxelles nel 2014 e più recentemente nel 2018 raggiungendo addirittura lo spazio, grazie alla missione Expedition 53/53 destinazione ISS – Stazione Spaziale internazionale.

Fontecchio Perché
Il Borgo è caratterizzato da una varietà morfologica e una ricchezza di patrimonio fauno-floristico, consistente nella presenza di rare specie vegetali e animali. A un primo sguardo, infatti, Fontecchio si svela come adagiato in un letto verde, protetto dalla natura e sorvegliato a distanza dalla maestosità del monte Sirente, dal peculiare profilo quasi dolomitico.

Cos’è Parco Arte di Natura
Il progetto, ideato dall’associazione culturale Grand Hotel nel 2014, nasce con l’obiettivo di promuovere l’arte, alimentando la sua capacità di nutrire e nutrirsi nel rapporto con luoghi, spazi e persone, nel dialogo con le tradizioni e le culture locali. Il progetto prevede la produzione di opere d’arte realizzate con materiale naturale e di riciclo reperibile in natura, firmate da artisti internazionali. Le opere, nate all’interno di tale progettualità, saranno collocate in vari comuni, privilegiando quelli danneggiati dagli effetti del terremoto, e disposte in posti strategici al fine di ripopolare antichi luoghi di aggregazione o crearne di nuovi. Parco Arte di Natura si pone fra i propri obiettivi la creazione di nuovi percorsi turistico-culturali e sociali che supportino le attività del marketing territoriale.

SCHEDA TECNICA

Titolo: MICHELANGELO PISTOLETTO – “IL TERZO PARADISO” a Fontecchio
Artista: Michelangelo Pistoletto
Curatore/Ambasciatore Rebirth/Terzo Paradiso: Marcella Russo
Parte del progetto Parco Arte di Natura
Inaugurazione: Sabato13 ottobre 2018 ore 10.30
Durata: opera permanente
Luogo: Comune di Fontecchio – Ex Convento di San Francesco
Via S. Pio, 67020 Fontecchio AQ
Sito: www.terzoparadiso.org; www.cittadellarte.it; www.artedinatura.it; www.fontecchio.gov.it
Pagina FB: RPpress @russopaiatopress
Contatti: Marcella Russo
Tel: 0039 349 3999037
Mail: marcellarusso.russo@gmail.com

Organizzazione: Ass.Culturale Grand Hotel
Collaborazioni: Cittàdellarte – Fondazione Pistoletto; Artivazione; MU6

Ufficio Stampa: Russo//PaiatoPress
Contatti: Maria Letizia Paiato
Tel: 0039 348 3556821
Mail: press@rp-press.it
Sito: http://www.rp-press.it/

Comunicazione: YBRAND
Sito: www.ybrandweb.com

Patrocinio: GSSI Gran Sasso Science Institute; UNIVAQ Università degli studi dell’Aquila; ABAQ Accademia di Belle Arti dell’Aquila;

Evento organizzato in occasione della Giornata del Contemporaneo promossa da AMACI, Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani

Mario Surbone – Colori Primari: Incisi

La mostra curata da Fabrizio Parachini presenta al pubblico, a circa due anni di distanza dalle importanti esposizioni tenutesi a Milano presso l’Università Bocconi e presso la Fondazione Stelline una selezione tematica delle opere che l’artista torinese ha realizzato fra il 1968 e il 1978

L’esposizione raccoglie una selezione di opere realizzate nei soli colori che il neoplasticismo olandese, ha definito come “primari”: bianco, nero, grigio, giallo, rosso, blu. Una silloge di grande purezza che vuole esaltare l’idea di armonia (cromatica e formale) come fondamento di ogni manifestazione naturale.

Mario Surbone ha esordito come pittore nel 1958 alla “Mostra nazionale d’arte giovanile “ di Roma e ha realizzato la sua prima personale nel 1962 presso la Galleria il Canale di Venezia. Da esperienze nell’ambito della pittura di tipo “informale” è arrivato tra il 1967 e il 1968 a condurre una ricerca sugli elementi pittorici primari, studiando le possibilità della superficie piana di farsi volume grazie a specifici interventi operativi e a un uso del colore misurato e in chiave espressiva. Sono nati così, nel decennio in questione, gli “Incisi”, opere realizzate con cartoni intagliati secondo strutture rigorosamente geometriche, monocromi (dipinti con tempera o pittura acrilica) e modulati in modo da creare un’apparenza tridimensionale fatta sia di concrete forme estroflesse che di luci e ombre. Queste opere sono la prova di come l’artista abbia condotto una ricerca approfondita e articolata sui temi visuali internazionali emersi tra gli anni sessanta e settanta e di come sia stato capace di cogliere le istanze artistiche più innovative di quegli anni e di riflettervi e interpretarle in modo del tutto personale.

Con la mostra dedicata a Mario Surbone la Fondazione Bandera per l’Arte aderisce sabato 13 ottobre 2018 alla Quattordicesima edizione della Giornata del Contemporaneo organizzata da AMACI.

Mario Surbone – Colori Primari: Incisi
FONDAZIONE BANDERA
Busto Arsizio (VA) – dal 23 settembre all’undici novembre 2018
Via Andrea Costa 29 (21052)
+39 0331322311 , +39 0331398464 (fax)
info@fondazionebandera.it
www.fondazionebandera.it

VirgyM – Frammenti di Ricordi in Libri d’Artista

In occasione della 13 * edizione della Giornata del Contemporaneo organizzata da “AMACI“, 14 ottobre 2017 Ass.Cult Art Gallery Museum NabilaFluxus, aderisce all’iniziativa nazionale AMACI,

Presenta

Mostra Personale di VIRGYM.(Virginia Milici)

Frammenti di ricordi / in libri d’artista
in collaborazione con Fondazione Museo Pietro Malossi ,Associazione Borgo del Maglio, Patrocinio Assessorato alla cultura Comune di Ome,Comunità Montana Valle Trompia, SIBCA ,BILA.

Catalogo in sede mostra
Testi Dott.Valtero Curzi ( Filosofo critico d’arte ) e Prof.Giancarlo Da Lio (critico d’arte)

Sede mostra : Museo Pietro Malossi ,Via Borgo del Maglio Ome (BS)
Dal 16 settembre al 29 ottobre 2017

Ingresso alla mostra gratuito nella giornata AMACI 14 ottobre

Vernissage Domenica 17 ore 11

Presentazione e relatore alla mostra Dott.Valtero Curzi

La mostra è una testimonianza di sé, una “mappa magica”, che abbraccia la vita è il lavoro dell’artista.Vita costellata da frammenti di ricordi, di memorie di infanzia e del percorso in divenire. Il progetto curato personalmente da Virginia Milici e concepito in libri d’artista/e libri oggetto, è un collage intimo, un diario attraverso il quale l’artista si racconta e ci racconta le storie più semplici e meno semplici della vita, storia fatta di luoghi animati da affetti e presenze, oggetti custoditi a cui ridare vita attraverso un segno ,una parola ,un colore, lasciato spesso quasi casualmente, così come i fili liberi o annodati o delineati da una cucitura.A simboleggiare il flusso e i legami percorsi o ancora sconosciuti e in divenire .Fili lasciati liberi o annodati ogni filo così come ogni nodo o segno lascia un profondo concetto del proprio “ sentire “.

Con questa significativa frase
“PANE QUOTIDIANO “

LILIANA MORO
FIRMA L’IMMAGINE GUIDA DELLA
TREDICESIMA GIORNATA DEL CONTEMPORANEO

VirgyM – Frammenti di Ricordi in Libri d’Artista
FONDAZIONE CASA MUSEO PIETRO MALOSSI
Ome (BS) – dal 17 settembre al 29 ottobre 2017
Via Maglio 51 (25050)
Borgo Del Maglio
fondazionemalossi@libero.it