Archivi tag: Fotografia Europea 2017

Atlas Italiae

Sulla copertina ci sono dei puntini rossi su fondo azzurro e rappresentano il viaggio in Italia di Silvia Camporesi alla ricerca di ciò che non vediamo più.
 
In un anno e mezzo la fotografa di Forlì ha raccolto immagini di borghi disabitati, architetture fatiscenti divorate dalla vegetazione selvaggia, archeologie industriali preda dell’oblio, ex-colonie balneari decadenti. Atlas Italiae è una collezione poetica di luoghi, fondata sulla ricerca di frammenti di memoria. Il libro raccoglie anche gli scatti realizzati sull’isola di Pianosa per Fotografia Europea, in mostra nell’edizione 2014 del festival con la curatela di Marinella Paderni.
Silvia Camporesi, proprio insieme a Marinella Paderni, presenta Atlas Italiae a Fotografia Europea 2017 venerdì 16 giugno alle 18.30 a Palazzo Magnani.Venerdì 16 giugno riaprono anche le mostre di Fotografia Europea e si potranno visitare dalle 18 alle 23 di venerdì, sabato 17 giugno dalle 10 alle 23 e domenica 18 giugno dalle 10 alle 20.

Ma in questo nuovo fine settimana di mostre ed eventi ci attende anche la visita guidata alla mostra a Palazzo Magnani Un Paese. La storia e l’eredità insieme ai curatori Laura Gasparini e Alberto Ferraboschi, sabato 17 giugno alle 16.30.
Sabato e domenica sono in programma due laboratori per bambini e, come sempre, domenica pomeriggio torna #askthevolunteer.

http://www.fotografiaeuropea.it

Fotografia Europea 2017

Il 5 maggio 2017, inaugura a Reggio Emilia la dodicesima edizione di FOTOGRAFIA EUROPEA, il festival promosso e organizzato dalla Fondazione Palazzo Magnani insieme al Comune di Reggio Emilia, interamente dedicato alla forma d’arte che più di ogni altra comunica e interpreta la complessità della società contemporanea.

Una rassegna che conferma la sua rilevanza nel panorama espositivo nazionale e internazionale con un vastissimo programma nei luoghi più suggestivi della città e allarga sempre più i propri confini attraverso sinergie e partnership con importanti realtà culturali e artistiche della regione. Infatti, per questa XII edizione, oltre a Reggio Emilia, mostre ed eventi collegati al festival saranno ospitati dalla Fondazione Mast di Bologna, dallo Csac Centro studi e archivio della comunicazione dell’Università di Parma, dalla Collezione Maramotti, dalla Fondazione Fotografia di Modena, collaborazioni di grande valenza che sottolineano il ruolo centrale assunto da tempo da Reggio Emilia.

Non è infatti un caso che proprio Reggio Emilia sia stata scelta dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, Dario Franceschini , quale sede per la seconda giornata degli STATI GENERALI DELLA FOTOGRAFIA. Due giornate dedicate alla fotografia con operatori, addetti ai lavori e ospiti internazionali, al fine di definire un piano di sviluppo sul rapporto tra intervento pubblico e mutazioni tecniche ed economiche del settore, con l’obiettivo di determinare nuove opportunità per la fotografia italiana.

Curata da un comitato scientifico composto da Diane Dufour (direttrice Le Bal, Parigi), Elio Grazioli (Università degli Studi di Bergamo) e Walter Guadagnini (direttore Camera, Torino), Fotografia Europea 2017 ruoterà attorno al tema Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro e coinvolgerà giovani artisti e fotografi affermati nel raccontare il proprio personale approccio critico e creativo al tema dell’archivio, come sintesi tra idea di storia, memoria, lettura del presente e visione del futuro.

Nel percorso attraverso le dieci sedi ufficiali, si potranno incontrare artisti tra i più importanti nel panorama internazionale, come Paul Strand e Cesare Zavattini, Gianni Berengo Gardin, Joan Fontcuberta e i giovani artisti di Fabrica.