Omaggio al colore

Una mostra di pittura italiana del secondo Novecento inaugura l’attività espositiva di Pandolfini nella nuova sede romana.

Piero Dorazio, TONDO DONI II, 1990Lo scorso novembre Pandolfini ha aperto in via Margutta 54, all’interno di un cortile ricco di atmosfera e suggestioni situato proprio a lato della Fontana delle Arti, la sede romana. Questo nuovo punto di riferimento, unitamente a quello operativo da alcuni anni a Milano e alla storica sede di Firenze, permette a Pandolfini di rendere più radicata e attivamente concreta la sua presenza sull’intero territorio nazionale nelle attività di valutazione e incontri con clientela e collezionisti.

Achille Perilli, BAIARDO IN SOFFITTA, 1966Lo spazio di via Margutta, inserito in un tessuto artistico vivace e articolato, consente a Pandolfini di andare oltre alle preview delle aste e dedicarsi anche a un’attività espositiva vera e propria studiando e realizzando esposizioni e mostre che coinvolgono la professionalità e le competenze dell’intero staff di esperti, dai gioielli agli arredi, dai dipinti antichi a quelli moderni e contemporanei.

È proprio con una mostra tematica promossa da Glauco Cavaciuti e Jacopo Antolini, del dipartimento di Arte Moderna e Contemporanea, che si apre l’attività romana.

Giulio Turcato ARCIPELAGO, 1971 circaOmaggio al colore, in esposizione dal 29 marzo al 14 aprile, è una mostra che celebra alcuni artisti italiani del Ventesimo secolo che hanno fatto della simbiotica unione di forma e colore la base della loro firma stilistica.

Paolo Cotani, K12a, 1975Gianluca Ranzi, autore del testo critico introduttivo alla mostra, scrive: “(..)L’arte italiana, qui rappresentata da una significativa selezione di opere dagli anni Cinquanta, ha sempre conservato nel suo patrimonio genetico il senso della propria tradizione e della propria storia, che vede nel rispetto della forma e del colore il suo punto più alto di tensione e di ricerca…il colore diviene la chiave di volta per aprirsi sul mondo affermando la disponibilità verso la vita e verso il suo divenire, nella assoluta convinzione che anima questi artisti a lasciare memoria di sé e della propria identità individuale e collettiva. Così la loro proposta pittorica incarna, attraverso la simbiosi di colore e forma, un principio vitale e sempre positivo che ha nella tradizione della storia dell’arte e nel vissuto individuale di ciascuno i suoi punti di riferimento e di diversità(..)”

Agostino Bonalumi, BLU, 1982Il percorso espositivo di Omaggio al colore, il cui titolo riporta ad alcune opere di Tano Festa protagoniste di successo nel recente passato delle vendite milanesi di Pandolfini e presenti anche in mostra, propone lavori di Franco Angeli, Rodolfo Aricò, Agostino Bonalumi, Eugenio Carmi, Paolo Cotani, Lucio Del Pezzo, Ugo Nespolo, Achille Perilli, Concetto Pozzati, Claudio Olivieri e Giulio Turcato.

 

Omaggio al colore – Una mostra di pittura italiana del secondo Novecento inaugura l’attività espositiva di Pandolfini nella nuova sede romana
Dal 29 marzo al 14 aprile
Inaugurazione: 28 marzo – ore 18.00, su invito

Orario: 9.30/13.30, pomeriggio su appuntamento

Via Margutta 54, Roma
+39 06 3201799

roma@pandolfini.it
http://www.pandolfini.it

Lascia un commento