Mostre più viste del 2016

Director of the Venice Biennale of Architecture Alejandro Aravena, from Chile, poses with St. Mark’s bell tower in the background, on the occasion of the presentation of the 15th International Architecture Exhibition, in Venice, Italy, Monday, Feb. 22, 2106. (ANSA/AP Photo/Luigi Costantini)

E’ la spettacolare installazione di Christo, i ponti galleggianti color arancio scintillante allestiti sulle acque del lago d’Iseo l’evento espositivo che ha richiamato il maggior numero di visitatori. Anzi, con un totale di presenze che ha toccato in sole due settimane un milione e mezzo di visitatori, ‘The Floating Piers‘ (tra l’altro incoronata la più bella opera di Land Art dell’anno) costituisce un record assoluto, impossibile da eguagliare. Con un distacco ovviamente siderale, al secondo posto (con circa 260.000) nella graduatoria ANSA delle mostre più viste c’è la veneziana Biennale Architettura, mentre al terzo posto (con 254.000) si posiziona Jan Fabre a Palazzo Vecchio.

Il capolavoro di Christo ha dato vita a un vero e proprio fenomeno legato a un’esperienza irripetibile (e ben delimitata nel tempo, dal 18 giugno al 3 luglio), capace di richiamare folle di persone, capaci di sottoporsi ad attese estenuanti e a molte altre difficoltà pur di camminare (magari a piedi nudi) sull’acqua. Scontato il risultato raggiunto dalla 15/a Mostra Internazionale di Architettura ‘Reporting From the Front‘, curata da Alejandro Aravena che ha totalizzato 259.725 presenze (con un incremento del 14% rispetto all’edizione precedente), mentre il segno contemporaneo del grande Jan Fabre è stato ammirato da 254.000 persone a Palazzo Vecchio nella mostra che si è svolta dal 15 aprile al 2 ottobre.
 
Uno straordinario successo, se si tiene conto anche dei 180.000 visitatori saliti al Forte di Belvedere, dove, come a Piazza della Signoria, erano allestiti altri capolavori del maestro fiammingo.(ANSA)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.