Guercino e Preti

Due geni del barocco italiano che si “incontrano” dopo oltre tre secoli. E’ considerata, a ragione, l’evento artistico culturale dell’anno in Calabria, la mostra “Guercino e Mattia Preti a confronto. La nuova linea dell’arte barocca” inaugurata a Taverna, patria del Cavalier calabrese.

Una delle sale del Museo civico di Taverna con le opere di Preti e Guercino.

L’esposizione, curata dal Museo civico di Taverna (che proprio quest’anno taglia il traguardo dei 25 anni di attività) e dalla Pinacoteca di Cento, città dove nacque il Guercino, coinvolgerà in un ideale percorso chiese e museo del borgo presilano e rimarrà a disposizione del pubblico fino a novembre.

Quattordici sono le opere del maestro ferrarese in esposizione: otto tele e sei disegni, più un ritratto dell’artista con un suo committente. Tra la fine dell’anno e l’inizio del 2018, invece, la mostra si trasferirà a Cento dove verranno esposte alcune significative opere tavernesi del Cavalier calabrese.

La mostra rimarrà aperta al pubblico fino al 16 novembre.

Add a Comment