Archivi categoria: Concorsi

EstemporaneAntiquaria

Joanna Stys vince il 1° premio di pittura estemporanea “estemporaneAntiquaria”, svoltosi domenica 2 luglio, nel centro storico di Arezzo, durante la Fiera Antiquaria.Joanna Stys si aggiudica la prima edizione di “estemporaneAntiquaria”, il concorso di pittura estemporanea promosso dall’associazione culturale AltreMenti in collaborazione con BistrOUT, Fiera Antiquaria e Comune di Arezzo.

Nell’opera vincitrice l’artista ha catturato, con i suoi colori acrilici e la spatola, un poetico scorcio di Piazza Grande e del Palazzo della Fraternita dei Laici coronati dai banchi della Fiera.
La giuria ha apprezzato la buona composizione, nonché la capacità della pittrice di riportare sulla tela le percezioni visive che la piazza le suggeriva e di cogliere la luce e gli umori mutevoli del cielo nei vari momenti della domenica.

Joanna Stys è nata in Polonia ma vive e lavora da anni nel territorio aretino. Ceramista diplomata, si dedica alla pittura con versatilità e garbo. Sono i paesaggi della Toscana, sua terra d’adozione, ad animare una tavolozza accesa e ispirata soprattutto dalla natura e dal paesaggio rurale.
Attiva in concorsi e mostre collettive, la Stys ha conseguito nel tempo importanti riconoscimenti.

Sul secondo gradino del podio è salita Laura Serafini, terza Maria Bidini, quarta Sara Magrini, quinto Franco Mafessoni e sesta Lilia Manneschi. Gli artisti elencati hanno ricevuto premi acquisto, buoni acquisto e altri premi gentilmente offerti da Comune di Arezzo, associazione AltreMenti, Fraternita dei Laici e centro benessere Corpo e Mente.

Sara Magrini si è aggiudicata anche il premio originalità per l’opera eseguita direttamente sul corpo di una modella, che ha incuriosito e catturato per tutta la giornata l’attenzione dei passanti.

La presenza tra i banchi dell’Antiquaria di luglio dei pittori, pronti con i loro cavalletti a farsi ispirare dalle bellezze storico-artistiche di Arezzo, è stato un elemento molto apprezzato dai turisti.
Grazie alla caleidoscopica programmazione di eventi collaterali, curata dall’associazione BistrOUT per l’intero week end di questa edizione, i visitatori hanno potuto vivere una Fiera originale e diversa, che anche il suo creatore Ivan Bruschi avrebbe di sicuro apprezzato.

 

Segnalato da Marco Botti

Premio Gian Franco Lupo

L’Associazione Gian Franco Lupo “Un sorriso alla vita” ONLUS bandisce la prima edizione del Premio Gian Franco Lupo sul tema della Salute, della Sanità e della Solidarietà.

Locandina web de 'Premio Gian Franco Lupo 2017'Il premio è destinato a pittori e scultori di tutto il mondo che potranno aderire con una sola opera.
La partecipazione è completamente gratuita. A carico degli artisti le sole spese per la consegna e il ritiro dell’opera.

L’esposizione delle opere selezionate, max 20 per sezione, sarà allestita nell’ ex Ospedale San Rocco in Piazza S. Giovanni a Matera, Città Capitale Europea della Cultura 2019.

Una qualificata Giuria composta da esponenti del mondo dell’arte assegnerà, ai primi due classificati di ogni sezione, dei premi in denaro. Gli artisti selezionati riceveranno copia del catalogo della manifestazione e attestato di partecipazione.

Per info più dettagliate e richiesta del bando contattare la segreteria del premio al seguente indirizzo:

info.premio_gf_lupo@libero.it

oppure sul sito www.f-mestria.it

 

Verbale giuria di ammissione

SI Fest OFF

SI Fest OFF, il Festival di fotografia indipendente e arti visive organizzato dall’Associazione Cultura e Immagine che si svolgerà a Savignano sul Rubicone l’8-9-10 settembre 2017 in contemporanea al SI Fest – Savignano Immagini Festival con mostre, installazioni, video proiezioni e performance, indice per l’ottava edizione, un bando invitando i candidati ad una riflessione sul seguente tema: “Strategie Dialettiche” – Un incontro fissato sulle terre dell’uomo (Michel de Certeau).

La dialettica come metodo argomentativo. La strategia, al contrario della tattica, è un piano d’azione a lungo termine finalizzato all’appropriamento di uno spazio autonomo. La strategia crea uno spazio, inventa un nuovo quotidiano, indaga, si dà del tempo e soprattutto si dà nel tempo.

La selezione è aperta a fotografi ed artisti senza vincoli di età o nazionalità. Gli autori potranno concorrere individualmente o riunirsi in collettive. SI Fest OFF lascia i candidati liberi di scegliere stili, mezzi e forme d’espressione. Ciascun autore o collettivo, potrà presentare fino ad un massimo di due proposte. Saranno messi a disposizione degli autori spazi pubblici e/o privati situati nel centro storico della città di Savignano sul Rubicone, per esposizioni fotografiche, proiezioni video, installazioni o performance.

Le iscrizioni complete di tutti i materiali richiesti dovranno pervenire entro e non oltre le ore 24.00 del giorno Lunedì 7 Agosto. Per scaricare il bando, la scheda tecnica e il modulo d’iscrizione, seguite questo link

Per ulteriori Informazioni tel: 339.7235070 mail: sifestoff@culturaeimmagine.it
Savignano Immagini – Vecchia Pescheria – C.so Vendemini, 51 – 47039 Savignano sul Rubicone FC

Mart e Servizio Civile Nazionale

Il Mart partecipa al bando per la selezione di volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Nazionale con un programma dedicato al marketing culturale e all’utilizzo delle tecnologie per la promozione museale.

Tre giovani di età compresa tra i 18 e i 28 anni potranno vivere un’esperienza professionale dedicata all’organizzazione e alla gestione dei progetti, offrendo il proprio apporto allo sviluppo delle attività del museo.

La domanda di partecipazione, scaricabile a questo link, dovrà pervenire al Mart in formato cartaceo entro e non oltre le ore 14.00 del 26 giugno 2017.

Informazioni
marketing@mart.tn.it
T +39 0464 454169

EnterPrize

La IX Edizione del Premio Lorenzo Bonaldi per l’Arte – EnterPrize, riconoscimento volto a sostenere la ricerca di un curatore under 30, è stata vinta da BERNARDO MOSQUEIRA e dal suo progetto di mostra dal titolo Enchanted Bodies / Fetish for Freedom.

La giuria composta da

Katerina Koskina – Direttore, EMST – National Museum of Contemporary Art di Atene
Giorgio Verzotti – Critico d’arte e curatore
Giacinto Di Pietrantonio – Direttore, GAMeC, Bergamo
Stefano Raimondi – Curatore, GAMeC, Bergamo

dopo aver assistito alla presentazione e alla discussione tra tutti i partecipanti della IX Edizione del Premio e aver approfondito con ciascuno dei 5 candidati i progetti in concorso, all’unanimità ha deciso di assegnare il Premio al progetto che ha sviluppato un concetto rispondente ai profondi mutamenti della società contemporanea e che, al tempo stesso, è stato in grado di leggere lo spazio espositivo in maniera assolutamente innovativa e insolita, mettendo lo spettatore al centro di un’esperienza attiva e in dialogo con le opere di numerosi artisti.

La mostra sarà ospitata alla GAMeC nel 2018.

La cerimonia di premiazione si è svolta lunedì 8 maggio 2017, a chiusura della VII edizione di Qui. Enter Atlas – Simposio Internazionale di Curatori Emergenti, che ha visto i 5 candidati del Premio Lorenzo Bonaldi confrontare esperienze personali e posizioni teoriche e metodologiche con 17 giovani curatori provenienti da corsi in pratiche curatoriali.

Dall’edizione 2015, infatti, il simposio è stato trasformato in un workshop rivolto a studenti o ex-studenti segnalati dalle principali scuole curatoriali italiane che hanno avuto la possibilità di presentare un progetto espositivo pensato per lo Spazio Caleidoscopio – parte della Collezione Permanente della GAMeC – che prevede la messa in relazione di una o più opere esposte nella Collezione del museo con opere di altri artisti contemporanei.

I due vincitori di questa edizione, che realizzeranno i loro progetti tra il 2017 e il 2018 sono Luca Gennati, segnalato dall’Accademia di Belle Arti di Brera, con il progetto Siate Misteriosi, che parte dall’opera Le uova sul libro di Felice Casorati, e Martina Sabbadini, dell’Università Cattolica e Politecnico di Milano con il progetto Linee di forza + varie sensazioni, che prende spunto da Linee forze di paesaggio di Giacomo Balla.

Nella foto: Bernardo Mosqueira, Martina Sabbadini e Luca Gennati
con Simona e Nini Bonaldi, i membri della giuria e il presidente della GAMeC durante la cerimonia di premiazione.
Foto: Francesca Ferrandi

Talent Prize 2017

Sono aperte le iscrizioni al Talent Prize 2017, il premio di Arti Visive indetto da Inside Art che quest’anno celebra la sua decima edizione.

Un traguardo importante che attesta l’autorevolezza di un riconoscimento che negli anni è cresciuto consolidandosi e distinguendosi nel panorama nazionale, diventando punto di riferimento per i giovani artisti.

Possono partecipare gratuitamente artisti italiani e non, nati a partire dal 1977, con opere pittoriche, sculture, video, installazioni e fotografie.

I partecipanti possono contare sulla professionalità di una giuria composta da riconosciute personalità del mondo dell’arte contemporanea. Quest’anno, in occasione del decennale del premio, il Talent Prize dà il benvenuto in giuria a Peter Benson Miller, (Direttore artistico dell’American Academy di Roma), Joachim Blüher (Direttore dell’Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo), Fabio Cavallucci (Direttore artistico del Centro per l’Arte Contemporanea Luigi Pecci di Prato), Gianluca Marziani (Curatore artistico di Palazzo Collicola – Arti Visive Spoleto) e Roberta Tenconi (curatrice Pirelli HangarBicocca di Milano) che si vanno ad aggiungere ai giurati che in questi ultimi anni hanno accompagnato il concorso: Anna d’Amelio Carbone (Direttrice della Fondazione Memmo Arte Contemporanea), Rocco Guglielmo (Direttore del Marca – Museo delle Arti di Catanzaro), Charlotte Morel (Direttrice arti visive e attività espositive del Comune di Lille), Federica Pirani (Storica dell’arte contemporanea), Ludovico Pratesi (Critico d’arte e Direttore del Centro di arti visive Pescheria di Pesaro), Patrizia Sandretto Re Rebaudengo, (Presidente della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo), Marcello Smarrelli (Direttore artistico della fondazione Ermanno Casoli), Guido Talarico (editore e direttore di Inside Art).

Saranno loro a selezionare il vincitore e i nove finalisti, che esporranno, insieme agli artisti selezionati dagli sponsor e dai partner del concorso, nella grande collettiva che a ottobre si svolgerà al museo Macro di via Nizza. Il vincitore, i nove finalisti e i premi speciali scelti dagli sponsor avranno diritto a un servizio sul numero di Inside Art dedicato al Talent Prize ed esporranno i propri lavori nella collettiva finale, prevista a dicembre al Museo Macro di Via Nizza, a Roma. Per celebrare i dieci anni del premio, sarà anche allestita una mostra antologica con una selezione dei lavori dei vincitori degli anni passati.

I PREMI
Il vincitore del Talent Prize si aggiudica un premio dal valore di diecimila euro (5mila in denaro e 5mila in promozione), un ampio primo piano sul numero di Inside Art dedicato al concorso, in uscita a dicembre e, grazie al partenariato culturale con la città di Lille, sarà ospite una settimana nella città francese, esponendo il suo lavoro nella mostra Format à l’italienne (Espace Le Carré, Lille), insieme alle opere degli artisti in residenza all’atelier Wicar di Roma.

Iscrizione gratuita su www.talentprize.it

COSMOS – Mille modi di rappresentare l’Universo

E’ prevista per il prossimo luglio, la Mostra-Concorso collettiva COSMOS – Mille modi di rappresentare l’Universo, organizzata dall’Associazione Culturale La Medusa di Gubbio, in Umbria.

Il progetto espositivo, che vedrà la sua realizzazione e messa in opera presso i prestigiosi locali della Galleria degli Arconi di Palazzo dei Consoli, in pieno centro storico, ha ricevuto il patrocinio del Comune di Gubbio, dell’Unione Astrofili Italiani e vede tra i compartecipatori al progetto il Polo Museale Diocesano cittadino.

La Mostra-Concorso collettiva aperta a pittori, scultori e fotografi, ha come tema conduttore l’interpretazione e la rivisitazione del soggetto cosmologico ed astrofisico in arte. La Mostra-Concorso prevede in sede espositiva, la presenza di un modulo di votazione per i visitatori che inseriranno in apposita urna sigillata la propria preferenza.

Il comitato scientifico scrutinerà a fine mostra le schede ed in sede di Finissage sarà proclamato il vincitore che avrà la possibilità nell’anno 2018 di esporre in Mostra Personale presso uno dei musei cittadini gestiti dall’Associazione Culturale La Medusa.

Per potervi partecipare, basta richiedere il bando completo ed inviare la propria candidatura correlata all’immagine di un opera selezionata dall’artista per l’esposizione, alla mail info@museogubbio.it o contattare il numero 0759220904 oppure il mobile 3496499491.

La mostra sarà aperta sabato 8 luglio e il finissage con premiazione avverrà domenica 30 luglio.

Associazione Culturale la Medusa
Palazzo del Bargello
Via dei Consoli – Largo del Bargello – 06024 Gubbio (Pg)
Contatti: 075 9220904 – 3496499491 info@museogubbio.it

Residenza d’Artista a Polignano a Mare

La Fondazione Maria Rossi intende avviare, avvalendosi della consulenza della Fondazione Pino Pascali, un Programma annuale di ‘Residenza d’Artista’ finalizzato alla creazione del primo ‘parco tematico di Arte/Natura’ dell’Italia Meridionale, stabile e fruibile dal pubblico, all’interno dell’insediamento denominato “Madonna di Grottole” a Polignano a Mare (BA).

Questa prima edizione si qualifica come avvio sperimentale di un evento culturale teso a diventare “stabile”, con collaborazioni istituzionali e di privati, di “residenza d’artista”. La residenza messa a disposizione dell’artista rappresenterà un momento di formazione e di confronto anche per l’artista stesso, inquanto legata all’esperienza diretta sul territorio ospitante. Durante la residenza l’artista parteciperà anche ad incontri e laboratori contribuendo a vivificare il rapporto con le nuove generazioni e con il pubblico residente e non. L’artista, secondo la propria poetica ma in accordo con la natura del luogo realizzerà un’opera site specific, con i materiali messi a disposizione dalla natura stessa dei luoghi.

Il principio di protezione del paesaggio, dell’habitat e delle emergenze storico artistiche si coniuga, nelle intenzioni progettuali, con il dialogo che si intende instaurare con l’arte contemporanea, nella sua accezione di “Arte/Natura” che tende ad interpretare la natura nella sua essenza, quale fonte di sapere e di esperienza. Dove le opere fanno parte di uno spazio e di un tempo specifici al luogo d’intervento. Non fanno parte di un luogo circoscritto e privilegiano l’uso di materiali organici, non artificiali.

Le opere escono dal paesaggio, lo abitano per poi tornare, secondo i tempi della natura, a farvi parte.

L’opera o le opere prodotte in residenza entreranno a far parte del parco di “Grottole: Art in Nature” e resteranno di proprietà della Fondazione Maria Rossi.

Il processo creativo sarà ripreso attraverso filmati e fotografie che saranno utilizzati per la comunicazione e promozione dell’iniziativa. I materiali resteranno negli archivi della Fondazione Maria Rossi che potrà utilizzarli liberamente.

Il complesso Madonna di Grottole è collocato su un costone calcarenitico caratterizzato da sessantadue grotte, di differente forma e dimensione, frequentate dall’uomo dalla preistoria fino all’età moderma.

Il paesaggio, tipicamente agrario, appare agli occhi dei visitatori con la sua terra di colore rosso, vecchi muretti a secco che ne contengono il dilavamento e talvolta si confondono con la parete rocciosa del costone. Le essenze botaniche presenti sono sia spontanee, nei pianori interni, vicino alle grotte, che piantate dall’uomo, prevalentemente caratterizzate da uliveto, mandorleto e alberi da frutto, presenti negli ampi pianori interni e in quelli esterni.

Si accede all’insediamento dalla masseria omonima. L’insediamento grotticolo, che a partire dalla masseria ha andamento parallelo alla linea di costa, si estende per circa due chilometri.

Il luogo, per l’incanto del suo paesaggio incontaminato e il fascino della storia ininterrotta che riesce a trasmettere è il luogo ideale per la creazione di un parco tematico di Arte/Natura, arte che vive con la natura, nella natura e il tempo della natura.

Principio fondamentale posto alla base del progetto è la difesa della natura e del paesaggio storicizzato. La natura va difesa come scrigno della memoria dell’individuo. Un principio quanto mai corretto e adeguato alla realtà territoriale della Madonna di Grottole, zona salvaguardata dalla presenza di due vincoli da parte del MiBACT (Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo) uno per la salvaguardia del sito archeologico e l’altro per la salvaguardia dell’habitat rupestre.

Home

Noa Noa

Nella “Mecca del surf”, Bali – Indonesia -, nasce il primo concorso d’arte che, ispirato alla figura di Paul Gauguin, propone una residenza artistica a stretto contatto con la natura e alla scoperta dell’Oriente Indonesiano.

Noa Noa” è il titolo del diario di viaggio dell’artista francese che ben sintetizza la filosofia della residenza. «Sono fuggito – scrive nella Verità, divento un tutt’uno con la natura». Gauguin – da tutto ciò che è artificiale e convenzionale. Qui entro

Noa Noa Art Residency è il nome del progetto, made in Italy, finalizzato a ospitare artisti internazionali nelle migliori condizioni per poter sviluppare la loro creatività in un ambiente non convenzionale.

Anche Vans, brand da sempre simbolo dell’espressione creativa, è felice di supportare questa iniziativa no profit credendo nell’arte a 360 gradi.

Il bando è aperto a tutti gli artisti e agli studenti delle Accademie d’Arte, senza limiti di età e nazionalità, purché dimostrino una significativa competenza nella propria disciplina (pittura, disegno ed illustrazione, installazione, fotografia, video art, digital art, street art) e accettino le condizioni indicate nell’application on line: http://noanoaartresidency.com/apply-now/. Le iscrizioni sono aperte fino al 30 aprile 2017.

Tutte le domande ricevute entro il termine indicato nel bando saranno esaminate da una giuria che decreterà i cinque vincitori. La commissione giudicatrice è composta di professionisti di settore: Martina Corbetta (Presidente), Rossella Farinotti (Curatore e critico d’arte, titolare di LabRouge), Matteo Bergamini (Giornalista di Exibart); Roberto Pisoni (Direttore di Sky Arte) e Lucio Pergola, (Marketing Manager di Vans Italia).

I cinque artisti selezionati saranno ospitati dal 1 al 17 luglio 2017 in una esclusiva residenza a Seminyak, dove potranno lavorare utilizzando strutture e materiali forniti dall’organizzazione stessa.

Noa Noa Art Residency , oltre all’ospitalità e allo studio, offre un programma finalizzato all’interazione con artisti locali ed incoraggia l’esplorazione, la ricerca e la creatività con “Artist’s Pocket Diary“, un percorso che comprende l’assistenza al lavoro in studio, escursioni culturali, meeting e laboratori con artisti del territorio.

Al termine della residenza saranno organizzate due mostre: la prima a Bali, la seconda in Italia, da Martina’s Gallery (Monza Brianza) dove si svolgerà un evento di reportage della Residenza in Indonesia attraverso foto, video e opere d’arte.

 

Per maggiori informazioni su modalità e quota di iscrizione è possibile visitare il sito http://noanoaartresidency.com/ .

Mail : info@noanoaartresidency.com
Facebook : https://www.facebook.com/noanoaartresidency/
Whatsapp : + 39 339 200 5291
Instagram : @noanoa.art.residency

6ARTISTA. Progetto per giovani artisti

La Fondazione Pastificio Cerere, in collaborazione con l’Associazione Civita, bandisce la V edizione del Premio “6ARTISTA. Progetto per giovani artisti”, finalizzato a supportare la crescita professionale dei nuovi talenti con lo scopo di promuovere e valorizzare l’arte contemporanea italiana anche attraverso scambi internazionali.
La quinta edizione del Premio, istituito nel 2009, è realizzata con il sostegno di SIAE | Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura, con la collaborazione di Schafhof – European House of Art Upper Bavaria, con la partecipazione di noMade e in partnership con Artribune.Premio:
Il bando di concorso è volto alla selezione di due giovani artisti under 35 residenti in Italia, per l’assegnazione di due borse di studio della durata di sei mesi di cui tre a Roma, presso il Pastificio Cerere, e tre a Frisinga, presso la Schafhof – European House of Art Upper Bavaria.Il programma si inserisce in un progetto più ampio di scambio internazionale: contestualmente alla residenza in Germania dei due vincitori italiani, due artisti tedeschi trascorreranno tre mesi in Italia, all’interno del Pastificio Cerere (selezionati da un’ulteriore open call indetta dal partner tedesco).

Inoltre, alla fine del periodo di residenza, i quattro artisti avranno l’occasione di presentare i loro lavori in una mostra collettiva presso la Fondazione Pastificio Cerere.

Leggi e/o scarica il bando

Donna in Rinascita 2017

PassepARTout Unconventional Gallery vuole rendere omaggio alla Donna che nei secoli ha dovuto lottare per superare discriminazioni e violenze con un concorso internazionale che vede protagoniste tutte quelle donne che hanno lottato per superare le avversità a cui la vita le ha sottoposte.

Tutti possono partecipare al Concorso “DONNE IN RINASCITA 2017“, senza distinzione di sesso o età o nazionalità, con una o più Opere di pittura, grafica, grafica digitale, fotografia delle dimensioni massime non superiori a 100×100 cm (cornice o listello compresi) e scultura (piccole dimensioni).

Per i minori sarà necessaria autorizzazione alla pubblicazione di un genitore o chi ne fa le veci.

Non saranno ammessi al concorso opere che contengano immagini indecorose, o che offendano in qualche modo la dignità umana.

Ogni artista può partecipare con un massimo di 5 opere a testa.
L’opera deve essere libera da qualsiasi vincolo di esclusività da parte dell’artista o degli aventi diritti per consentirne il pieno utilizzo da parte dell’organizzazione del concorso. Gli autori accettano inoltre che i lavori inviati al concorso possano essere proiettati durante il concorso e gli eventi ad esso collegati oltre che sul web per esigenze di comunicazione e promozione.

Non è necessario che le opere siano inedite. Gli autori si assumono interamente la responsabilità relativa ai contenuti delle loro opere, compreso il rispetto della normativa italiana ed estera sul diritto d’autore e sulla privacy.
Il TERMINE d’iscrizione è fissato al 14 aprile. Le immagini delle opere in concorso dovranno pervenire a passepartoutgallery@libero.it in formato jpeg entro e non oltre la data suddetta. Ogni foto dovrà
essere “nominata” con nome dell’artista, titolo dell’opera, dimensioni e tecnica.

Le Opere in concorso andranno consegnate entro e non oltre il 20 aprile 2017 a Passepartout Associazione Artistico Culturale c/o Atahotel Expo Fiera – Via Keplero 12, 20016 Pero (MI) e dovranno essere munite di attaccaglia, non necessariamente di cornice ed essere imballate con materiale che potrà essere riutilizzato per la rispedizione, a carico del partecipante al concorso. NB.: Le opere non dotate di attaccaglia non verranno esposte.

Tutte le fotografie relative alle opere in concorso verranno pubblicate sul sito ufficiale della galleria PassepARTout e sulla pagina Facebook del Gruppo Donne in Rinascita.
Per tutti i partecipanti che avranno aderito alla sesta edizione di Donne in Rinascita 2017 verrà
pubblicata un’opera all’interno della rivista specializzata d’arte ExpoArt.
Tutte le immagini pervenute ed ammesse al concorso verranno pubblicate sul sito http://www.passepartout-unconventional-gallery.it e potranno essere condivise nei vari social network della rete e votate dal pubblico. Il voto on line non ha alcun valore ai fini della proclamazione dei vincitori ma solo funzione divulgativa e di promozione.

L’inaugurazione si terrà sabato 6 maggio alle ore 21,00 presso Atahotels EXPO FIERA Milano – Pero , Via Keplero 12.
I primi tre vincitori del concorso “DONNE IN RINASCITA 2017″ saranno proclamati durante l’inaugurazione della mostra il 6 maggio e saranno eletti da una giuria tecnica che valuterà i lavori selezionati ad insindacabile giudizio. I nomi dei giurati verranno resi noti e pubblicati ufficialmente sul sito.
Un quarto vincitore verrà eletto su votazione del pubblico che interverrà fisicamente alla mostra. Ad ogni visitatore verrà consegnato un coupon nominale da compilare con la propria preferenza. Il quarto vincitore verrà reso noto al termine della mostra, il 22 maggio.

PREMI:

I vincitori si aggiudicheranno una mostra di un mese presso la galleria permanente di PassepARTout sita all’interno delle prestigiose sale di Atahotel Business & Resort Varese e la pubblicazione di una monografia digitale sul sito ufficiale www.passepartout-unconventional-gallery.it

La partecipazione al Concorso implica la piena e incondizionata accettazione del Regolamento. La quota di partecipazione corrisponde a :
1 opera € 120 – 2 opere € 200 – 3 opere € 250 – 4 opere € 280 – 5 opere € 300.

Tale quota potrà essere inviata tramite bonifico bancario al momento della sottoscrizione al concorso unitamente alla modulistica compilata in ogni sua parte e firmata. La direzione non accetta assegni bancari, postali o vaglia.
La quota potrà essere versata sul Conto Banco Posta Iban: IT70R0760105138258885058888 intestato a Elena Maria Ferrari. Causale: Nome e Cognome del partecipante al concorso.
Tale quota è da intendersi come contributo per l’attività dell’Associazione e per la copertura dei costi organizzativi del concorso.

PassepARTout Associazione Artistico Culturale declina ogni responsabilità per danni o furto causati durante il trasporto. Le opere godranno di servizio di vigilanza e telecamere a circuito chiuso 24h/24h.

Le opere potranno essere destinate alla vendita. Il prezzo di vendita verrà concordato direttamente con l’artista.
Eventuali modifiche alle date relative alla scadenza del concorso e alle modalità di partecipazione saranno comunicate via mail a tutti i partecipanti e agli interessati.

Per maggiori informazioni inviate la vostra e.mail a passepartoutgallery@libero.it o visitate il sito www.passepartout-unconventional-gallery.it

Il concorso ufficiale Donne in Rinascita è solo quello organizzato da PassepARTout. L’evento è a cura del Direttore Elena Ferrari.

Premio Arte Laguna 2017 : I Vincitori

Vincono per le 6 categorie in concorso all’11° Premio Arte Laguna:

SEZIONE PITTURA
Artista vincitore: Elías Peña Salvador | Madrid, Spagna 1992
Titolo opera: Argos, 2016, Olio su tela
Motivazione: Per l’idea di pittura come rappresentazione di uno spazio in cui la vita si presenta nelle sue dinamiche poetiche ed esistenziali e per la capacità narrativa che si esplica attraverso l’uso del colore-immagine, in sintonia tanto con la tradizione più antica, quanto con le ultime ricerche contemporanee.

SEZIONE ARTE FOTOGRAFICA
Artista vincitore: María Gabriela Chirinos | Caracas, Venezuela 1964
Titolo opera: Waiting, 2016, Fotografia digitale
Motivazione: Per la tematica legata al problema dell’invecchiamento, per il voluto e ricercato approccio narrativo, per le soluzioni tecniche ed estetiche che contribuiscono in maniera determinante alla poetica dell’opera, la giuria ha deciso di premiare per la sezione fotografia María Gabriela Chirinos.

SEZIONE SCULTURA E INSTALLAZIONE
Artista vincitore: Elena Bertuzzi & Laure Chatrefou | Biella, Italy 1959 & Tours, France 1983
Titolo opera: Le labyrinthe du Debaa, 2015, Proiezioni su un cubo di veli trasparenti
Motivazione: Per la straordinaria elaborazione di una tradizione, e per la sua forza nel mettere in evidenza la complessa fusione di riti, ambientata in un ambiente delicato che invita il pubblico a svelare le profondità della conoscenza umana.

SEZIONE LAND ART con il supporto di Pentagram Stiftung
Artista vincitore: Branko Stanojević & Milena Strahinović | Serbia 1983 & 1984
Titolo opera: Border, 2014, Monumento di specchi e sottostruttura in acciaio
Motivazione: per l’interessante rapporto che stabilisce con il territorio, evidenziando la difficile e problematica relazione tra l’urbanizzazione umana e il territorio circostante, toccando temi sempre più di stingente attualità.

SEZIONE VIDEO ARTE E PERFORMANCE

Artista vincitore: Eliza Soroga | Greece 1988
Titolo opera: Women in Agony, 2015, Performance in spazio pubblico
Motivazione: per l’interessante tematica trattata dalla perfomance che si concentra sul rapporto a tratti drammatico tra l’essere umano contemporaneo e la società consumistica in cui vive.

SEZIONE ARTE VIRTUALE E GRAFICA DIGITALE
Artista vincitore: Hill Kobayashi | Japan 1977
Titolo opera: Radioactive Live Soundscape, 2016, Trasmissione live attraverso rete satellitare da una zona radioattiva
Motivazione: Il vincitore è stato scelto per l’interessante utilizzo delle nuove tecnologie che vengono applicate nello studio e nella definizione di fenomeni legati alla natura, in particolare è interessante il modo in cui l’artista affronta le tragiche tematiche legate ad un disastro ecologico.

 

La mostre saranno aperte in forma totalmente gratuita fino a domenica 9 aprile, tutti i giorni con orario continuato dalle 10 alle 18; sarà inoltre possibile conoscere meglio le opere in mostra durante la visita guidata in programma per domenica 26 marzo: alle ore 11 all’Arsenale e a seguire alle ore 15 presso TIM Future Centre. Gli altri giorni su appuntamento.

Il Premio Arte Laguna è realizzato con il patrocinio del Ministero per i Beni e le Attività Culturali, del Ministero degli Esteri, della Regione del Veneto, della Città Metropolitana e Città di Venezia, dell’Istituto Europeo di Design, Università Iuav di Venezia e Università Ca’ Foscari.

Mostra dei finalisti e vincitori
125 opere d’arte
Nappe dell’Arsenale e TIM Future Centre, Venezia
26 marzo – 9 aprile 2017 ore 10 -18

Visite guidate: domenica 26 marzo
– ore 11 Nappe Arsenale
– ore 15 TIM Future Centre – sezione arte virtuale e grafica digitale

www.premioartelaguna.it